La provenienza dei legnami
La provenienza dei legnami è un elemento che incide sulla qualità ed il pregio della materia prima e quindi del prodotto. Solo da un legno robusto e stabile, cresciuto in terreni con clima mite, derivano caratteristiche di sicurezza e salubrità nel
tempo. Per questo motivo L’Ottocento acquista legno massello che utilizza per le ante, esclusivamente dall’ Europa (per Noce, Ciliegio,Rovere,Frassino), e dagli Stati Uniti (per Noce Canaletto e Toulipier) mentre i listellari, utili alla creazione di
pannelli, scocche e mensole, provengono unicamente da Paesi Europei. Inoltre, per etica aziendale, tutto il legname proviene solo da aree soggette a riforestazione controllata, assecondando innovativi criteri di eco-compatibilità.

Il legno
L’Ottocento ricerca e seleziona solo l’essenza migliore, con le caratteristiche adatte al proprio metodo produttivo. Il legno massello viene acquistato con una stagionatura minima di 18 mesi, che segue un importante processo di vaporizzazione ed un ciclo di essicazione con ventilazioni alternate di caldo e freddo. Il risultato è un massello con un grado interno di umidità mai superiore al 10%, con un rischio di movimento e assestamenti ridotto al minimo.

Le strutture
Tutte le strutture sono in legno listellare di abete con spessore di 19 mm, impiallacciato in frassino. I pannelli soggetti a lavorazione provengono da aziende italiane che producono rigorosamente in Italia e secondo normative certificate, a garanzia dell’origine e dell’utilizzo di sostanze e collanti non nocivi. Ogni struttura viene rifinita sul bordo anteriore con legno massello di diversa essenza,
a seconda del modello. L’assemblaggio avviene poi a mezzo di incastri e collanti termoresistenti che ne garantiscono la solidità nel tempo. Infine, gli schienali, in multistrato di betulla spesso 12 mm,
sono lavorati con lievi incisioni decorative.

Le ante e gli elementi in massello
Le ante vengono realizzate una ad una, con cura minuziosa dei particolari. A seconda del modello, le essenze impiegate per le parti in massello sono
noce, ciliegio, rovere, frassino europei e noce canaletto. Le lavorazioni, gli incastri e lo spessore, variabile da 25 a 32mm, sono anch’essi differenti a seconda del modello. I masselli delle ante con finitura laccata vengono lastronati con la stessa essenza avendo cura di incrociare il verso della venatura sugli spigoli dell’anta. Questa laboriosa operazione viene eseguita per limitare al massimo i possibili movimenti e curvature tra i componenti dell’anta, dovuti ai cambi di umidità e temperatura del locale cucina. Altro virtuosismo tecnico e motivo di pregio, ormai prerogativa esclusiva L’Ottocento, è la costruzione delle ante con la mezza battuta su telaio, simile ad un piccolo serramento, che risulta essere il più efficace sistema antipolvere senza prevedere guarnizioni o antiestetici profili plastici.

I cassetti
Il massello in frassino è l’essenza impiegata per le strutture interne dei cassetti, che vengono assemblate con incastri a coda di rondine. I frontali dei cassetti lisci sono in tiglio massiccio di spessore di 25 mm e lastronati in essenza, incrociata su ambo i lati per garantirne la stabilità, mentre i frontali sagomati sono in legno massello nell’essenza
del modello selezionato. Per lo scorrimento dei cassetti, vengono utilizzate guide autolubrificanti, a scomparsa ed ad estrazione totale, con meccanismo di richiamo ammortizzato per la chiusura. A garanzia
dell’originalità del prodotto, sulle sponde laterali di ogni cassetto è marchiato a fuoco il logo aziendale.

La funzionalità
Nell’ottica dello sviluppo tecnologico, L’Ottocento abbina alle tecniche costruttive di falegnameria tutti quei sistemi e meccanismi di apertura e movimento di ultima concezione, che permettono un
agevole utilizzo degli spazi e una migliore ergonomia nell’ambiente cucina e che provengono dalle più qualificate aziende italiane e tedesche del settore. Viene data inoltre la possibilità di scegliere
svariate attrezzature interne per basi e colonne dando modo di personalizzare al massimo l’organizzazione del contenimento.

Il pre-montaggio
I vari elementi che compongono la cucina vengono assemblati e premontati seguendo il progetto complessivo, allestendo il tutto come se si fosse all’interno dell’ambiente in cui il prodotto è destinato. Sui vari elementi vengono collaudati cassetti, ante, eventuali sistemi di movimento e apertura e infine vengono adattate tutte le cornici e i profili necessari. Tutto questo, abbinato ad un accurato e preventivo controllo misure del locale da arredare, permette un confronto reale per ridurre al minimo il margine di errore. Infine, L’Ottocento smonta e numera sul retro ogni componente, che poi invia al proprio reparto interno di finitura e verniciatura.

La finitura
Tutti i prodotti coinvolti in questo processo sono idonei per rifinire prodotti domestici e di utilizzo quotidiano. La colorazione delle essenze è ottenuta con ossidi sciolti in acqua e stesi a mano. Le vernici di fondo sono a base di polimeri poliuretanici dall’elevato peso molecolare. Le vernici per finiture in essenza o colorate per laccati, sono di tipo acrilico con grado di brillantezza differente a
seconda del modello o dell’essenza. In sostanza, tutti i prodotti impiegati garantiscono un elevato grado di resistenza alla luce ma soprattutto rendono il prodotto costruito in legno idoneo e sicuro per
esser utilizzato nell’ambiente cucina.

L’imballaggio
L’imballaggio, fase apparentemente semplice che “chiude” il ciclo produttivo prima della consegna, è in realtà un momento molto delicato che richiede particolari cura e preparazione, sia per la scelta
dei materiali impiegati nell’imballo che per la necessità di proteggere alla perfezione l’arredo soggetto a trasporto. Polietilene a bolla d’aria, nastro adesivo, cartone e angolari in polietilene, tutti al 100% riciclabili e smaltibili in raccolta differenziata, avvolgono ogni prodotto salvaguardandolo dagli effetti di possibili urti.

La produzione interna
La produzione completamente interna è il punto di forza dell’azienda: tutti gli arredi L’Ottocento vengono costruiti e rifiniti totalmente
all’interno della sede di Cittadella, in provincia di Padova. Una volta giunti nell’unità produttiva, legno massello e pannelli vengono lavorati con l’ausilio di macchinari all’avanguardia e con la manualità
di esperti falegnami, dando valore aggiunto ad ogni prodotto. Sempre internamente, viene finito e verniciato quanto realizzato attraverso l’abilità e l’esperienza del personale altamente qualificato.
L’Ottocento crea e progetta le vostre cucine seguendo lo sviluppo passo dopo passo, controllando tutte le fasi del ciclo di produzione e lavorazione attraverso il coordinamento tra l’ufficio tecnico e il
personale operativo.

Area riservata